top of page

Linguaggio neutro dal punto di vista del genere: come funziona?

Il linguaggio neutro dal punto di vista del genere è un approccio alla comunicazione che mira a utilizzare espressioni che non escludano o discriminino nessuno sulla base del suo genere. Questo approccio sta diventando sempre più importante per garantire la giustizia linguistica e l'uguaglianza in tutti i settori della società.


Linguaggio aziendale neutro dal punto di vista del genere in sala conferenze
Linguaggio aziendale neutro dal punto di vista del genere in sala conferenze


Che cos'è il linguaggio neutro dal punto di vista del genere?


Il linguaggio neutro rispetto al genere evita l'uso di parole specifiche per il genere, in modo da non escludere o discriminare nessuno sulla base del genere. Questo può essere particolarmente difficile nelle lingue con genere grammaticale, come il tedesco. L'obiettivo è creare una forma di comunicazione che includa tutte le persone, indipendentemente dal loro genere.


Metodi per la creazione di un linguaggio neutro dal punto di vista del genere


1. utilizzo di titoli di lavoro neutri dal punto di vista del genere


Invece di usare forme specificamente maschili o femminili (ad esempio "insegnante" o "Lehrerin"), si possono usare termini neutri come "Lehrende" o "Lehrkraft".


2. evitare i pronomi specifici di genere


Ove possibile, pronomi come "lui" o "lei" devono essere evitati e sostituiti con alternative di genere neutro come "lei/lui", "lui*lei", "xier", "questa persona" o semplicemente con il nome della persona.


3. uso dell'asterisco di genere e di altri simboli di genere neutro

Nel linguaggio scritto, l'asterisco di genere (), il trattino basso (_) o i due punti (:) possono essere usati per includere tutti i generi. Ad esempio, "studentesse", "dipendenti" o "clienti". Questi simboli segnalano che oltre alle forme maschili e femminili vengono prese in considerazione altre identità di genere.


4. neutralizzazione delle formulazioni

Invece di "Signore e signori", si possono usare saluti come "Cari ospiti", "Cari partecipanti" o semplicemente "Ciao a tutti". Queste formulazioni sono inclusive ed evitano il linguaggio specifico di genere.


Sfide e critiche

L'introduzione di un linguaggio neutro dal punto di vista del genere non è priva di sfide. Alcune persone trovano le nuove formulazioni poco familiari o linguisticamente imbarazzanti. Ci sono anche dibattiti sulla misura in cui questi aggiustamenti linguistici contribuiscono realmente all'uguaglianza. I critici sostengono che i cambiamenti nel linguaggio non portano necessariamente a un reale cambiamento sociale o culturale.


L'uso di un linguaggio neutro rispetto al genere è un passo importante verso una società più inclusiva. Sebbene possa richiedere un po' di tempo per abituarsi, è uno strumento per aumentare la consapevolezza della diversità di genere e contrastare la discriminazione. Adattando il nostro linguaggio, possiamo contribuire a promuovere una cultura di uguaglianza e accettazione. In definitiva, il linguaggio neutro rispetto al genere non è solo una questione di preferenza linguistica, ma anche un'espressione del nostro rispetto per tutte le persone.


Kommentare


bottom of page